Chapter 5: [END] | Fearless Guys – Road To A Dream | Гений: Пикассо / Genius: Picasso [S02] (2018) WEBRip 720p | Good People

La collezione di antichità di Palazzo Valentini

All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Share
Transcript
  ntini STORIA DIUN PAINZO E DI UNAISTITUZIONE PRO\TNCIA DI ROMA l-.SESSOR\TO,{lLE POLITICHE CULTURAII E AI SISTEMIINFORIvÍ.ATI\,7 a cura di Bruna Amendolea Laura Indrio BARDI EDITORT  Prouincia di Roma Presidrnte Enrico Gasbarra .,4ssessorato alle Politiche Culturali e ai Sistemi Informatiui '4ssessore VncenzoMaria Vita Dipartimento MII - Servizio1" Beni Culturali D irettore GiulianaPierroboni Progetto e coordinamentoBruna Amendolea Responsabi le Beni Arch eo logiciLaura Indrio Responsabile Beni Storico Artistici Schede di: Bruna Amendolea (B.A.)Ivana Bruno(I.8.) Valeria Di Piazza (V.D.P.) Laura Indrio (L.I.) Francesca Longobardo (F.L.) Rosanna Ruscio (R.R.)Collaborazionealla cura redazio nalez AngelicaApicella,Paolo Ciaccio Fotografie AFPR (Foto Vasari,Roma) Le foto dell'Archivio di Stato di Romavengonopubblicate su concessione del Ministero per i Beni e 1e Attività Culturali, ASR 31/2004 e con il divieto di ulterioreriproduzione In copertina: Scalone interno Proprietàr letteraria riservara all'AmministrazioneProvinciale di [email protected] 2005 Bardi Editore srl - Via Piave 7- 00187Roma ISBN BB-88620-22-2  Indice 7 9 11 I3 r7 11919 2I Presentazioni Enrico GasbarraVincenzo Maria VitaGiuliana PietroboniClaudio Strinati Premessa Bruna Amendolea - Laura Indrio Saggi La Provincia di Roma dal 1870 aI1952 Nicola Pastina IIPalazzoBonelli dai Valentini alla seconda guerra mondiale:storia diun palazzo e delle sue collezioni Bntna Amendolea - Laura Indrio Le Collezioni d'antichità e d'arte Antichità, Bruna Amendo lea, Francesca Longobardo I dipinti Valentini, Laura Indrio Dipinti e arredi della Provincia, Iuana Bruno Interventi significativi della Provincia nelpalazzoL'Aula Consiliare e la Sala del Rettorato, Rostnnd Ruscio LJn percorso nel Palazzo Schede di: Bruna Amendolea, Iuana Bruno, Valeria Di Piazza, Laura Indrio, Francesca Longo bardo, Rosanna Ruscio 259 Bibliografa Appendice documentaria Indice dei nomi 3975 r35 )75 34/  Gii srudi su-lla fbrmazione dellacollezione di antichita di PJazzo \'alentini sonotbndamenralmenterre. Il lar-oro di Providentil che per primo ha tracciarole linee erolutive dellacollezione, e gli srudi piu specifìcidella Di Paolo ri e della De' Spagnolis 3a chene hanno studiato i singolipezziìt. Le notizie relative ai primi ritrovamenti archeologici in quest'area risalgono alla fine del Cinquecentoquando il cardinale MicheleBonelli 36 acquista la preesistente casa di Giacomo Boncompagni 3r e dopo ar-erla demolita, cosrruisce Ia sua nuova dimora,conformandosial gusto edilizio vigente, sobrioma so- lenne . Il Lanciani 38 riporta l'indicazione delrecupero - probabilmente dal foroTraiano - di teste colos- s.ali di animali nell'anno 1586, <posti a decorare I'anio del cortile di Palazzo Valentinir, trasferite nel 1878 .al Collegio Romano e nel 1890 al Museo NazionaleRomano, loro ultima e attuale collocazione 3e' Queste teste di grandidimensioni, riproducentianimali di vario genere, realizzate in marmo grigiastro, tbrse proconnesio,mostranocaratteristiche comuni e sono pertanto attribuibili ,rad unt cerchia di artisti orienta/i, rperdnti in età traianea>>+o - la testa di rinoceronte viene però ritenuta una creazione cinque- cenresca, sulla base delconfrontocon un disegno di Dtirer del 1515. Lo Sperlich4l sostiene che piìi d'una sianosculturemoderne, per esigenze espositivelegate alla sistemazione nel cortile di Palazzo Bo- nelli operata dall'architettoDomenico Paganelli, volendo sostenere, infatti - in via del tutto ipotetica - che le suescelte architettoniche fossero intrise di quella consuetapassione di stampo seicentesco, per le simmetrie decorative e perle disposizioni scenografiche,seppure non vi sia alcun tipo di documenta-zione in tal senso 42. In ogni caso la provenienzadelle teste dal foro di Traiano è acclarata,anche se non è chiaro aquale edificio appartenessero conprecisione. Lanciani aveva sostenuto che le sculture facessero parte di un mo- numento celebrativodelleconquiste di Cornelius Palma in Arabia, che in questo modo avrebbero tro- varouna rievocazione ufficiale nel foro. De Lachenal e Picciotti Giornetti a3 sostengonoinvece,forse piìr giustamente, che il monumento potesse celebrare le imprese in Arabia dell'imperatoreTraiano. L'inter- pretazione di alcunianimali come vittime del suouetaurilia o come teste dei donariaappaionomeno con-r-incenti. A sua volta, lo Sperlich aveva proposto di interpretareI'uso delle teste come elementi di fon- tana,sulla base del confronto con la fontana cinquecentesca della villa di don Pedro da Toledo a Firenze, poi acquistata dalla città di Palermo nel1573 e qui collocata inpr zza Pretoria, dove appunto appaiono numerose teste di animali analoghe a quelle antiche. Tra il 1585 44 - data diinizio dei lavori nell'area - ed il 1 5 S 9 - data segnata sullalettera di Gi- rolamo Catena 45, segretariodelcardinale Michele Bonelli - va circoscritto inoltre il recupero di teste iemminilidi dimensioni colossalied altri frammenti. Lalettera riporta una rrDescrittionedel Palagio del cardinaleAlessandrino in Roma> in cui vengonoelencati alcuniritrovamentisul ulato che risponde al Qtririnale si son trouati uestigi di certi torrioni tondi posti in tal sito, che dimostrano che uifosse Palagio in fortezza; sono tyuudtecolonne intere e rltte di bellissimabreccia,le quali potetno essere Poste seczndo la de- scrittione di Roma antica per lrnamento del Tempio di Wnere,quantunque nzn si lega pressl gli autori norninati. Di più ui son trouate fra nicchi teste di donna di grandezza oltre il naturale>>. Il che farebbe sup- porre che tali pezziantichi di grandidimensioni, rinvenuti nel sottosuolo dell'edificio seicentesco, siano stati riconosciuti come elementi pertinenti ad un'articolata struttura architettonicaantica, ed è, inoltre, evidenteche le sculture non sono state utilizzate quali elementidecorativi dell'edificio mo-derno,dalmomento che il Catena,segretario del cardinale Bonelli,non vi accenna, pur dilungandosi,nei passi successivi deltesto,nelladescrizione degliambienti del palazzo. E se al momentonon è possi- bileidentificare le protomifemminili, è chiaro inveceI'accostamentoalle due teste colossali e agli altritrammenti analoghi rinvenuti durante gli scavi del Governatorato nell'emiciclo orientale del foro 46. Quest'ipotesi, consentirebbe di immaginareanche nel settore meridionale del foro di Traiano una 80  " -.- - ' '--;hrrettonicacontraddistintada immagini clipeate in cui porevano essere alloggiare le re ,,:- -- ----:omi marmoree di animali e quelle femminili sono srare infatti messe in relazione dal -\lere- : :-:l una s[ruttura absidata individuata neisotterranei di Palazzo Valentini e rivolta verso vra d: S - Secondo laMilella a8 I'abside potrebbe appartenere ad unninfeo monumentale, decoraro cLì:_ 'r' ::i:ra'e conpalmette e cespi d'acanto, "rr.h'.ssirinvenuti nell'areadelpalazzoValenrini. pe:.. ' : ' : - L'ubicazione in questosettore del foro dirraianodi questa edaltre strutturemurarie rico:r- - -- =i e difici adestinazione abitativa 50 e dunque l'assenza di strutture che possaro l"r.i", ip otrzza.t. ": -: di un basamento per un edificio t.-pl"r., oltre, invece,ai rinvenimenti di frammenti archire:-   -' - rn I'arie occasionisono venuti alla lucesotto il piano di calpestio delpalazzo,resri di colonne d: - :: :'nensioni, di fregi e di capitelli - ad alcuni d,i questi ritrov"menti si è già accennato 5ì - hanno : , -- -r-'a.lendni, è necessario trovarne l,esattaubica - - s-ra-flrlo confermao smentitanel corso degli scavi da lui condotti attualmentenelforo 53. :ìrle questelacunose informazioninon siamo informati circa l'esist enza di altre antichità. conser- ' : ---Ì palazzo - almeno in questa fase storica. Del resto anche l'inventario delpalazzoAlessandrino. 81
Related Search
Similar documents
View more
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks